Peppe Pace

Archive for the ‘Guida’ Category

Accedere agli allegati “bloccati” da Outlook XP, 2000, 2003

leave a comment »

Grazie all’incapacità di molti utonti, di resistere all’irrefrenabile voglia di fare click su qualsiasi file gli capiti sulla punta del mouse e alla “robustezza” dei programmi Microsoft, in Outlook per evitare che l’utonto debba formattare ogni giorno il PC a causa di un virus, è stato deciso di implementare una simpatica funzione:

Dal Supporto Tecnico della Microsoft:


In Microsoft Outlook è disponibile una funzionalità che blocca gli allegati considerati potenzialmente pericolosi. Se si riceve un messaggio di posta elettronica con allegato uno dei tipi di file considerati potenzialmente pericolosi, è possibile che venga visualizzato il seguente messaggio:

Per quanto in Outlook venga bloccato l’accesso all’allegato, questo continua a essere presente nel messaggio di posta elettronica.

Come fare a rientrare in possesso degli allegati? Seguite i seguenti passi:

  1. Chiudere Outlook se è in esecuzione.
  2. Fare clic sul pulsante Start, quindi scegliere Esegui.
  3. Nella casella Apri digitare regedit, quindi scegliere OK.
  4. Verificare che esista la chiave indicata di seguito:
    [HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\9.0\Outlook\Security] per Outlook 2000
    [HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\10.0\Outlook\Security] per Outlook XP
    [HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\11.0\Outlook\Security] per Outlook 2003
  5. Scegliere Nuovo dal menu Modifica, quindi Valore stringa.
  6. Digitare il seguente nome per il nuovo valore:Level1Remove
  7. Premere INVIO.
  8. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul nome del nuovo valore stringa e scegliere Modifica.
  9. Digitare l’estensione del tipo di file cui si desidera accedere tramite Outlook come segue:.exe
    Per specificare più tipi di file, utilizzare il seguente formato: .exe; .com
  10. Al termine scegliere OK.
  11. Uscire dall’editor del Registro di sistema.
  12. Riavviare il computer.

NB: una volta sbloccato l’accesso ai file non cominciate a cliccare indiscriminatamente su qualsiasi allegato vi arrivi via posta elettronica!!!

ATTENZIONE! la procedura indicata comporta modifiche al registro di sistema che se non effettuate con attenzione possono danneggiare il corretto funzionamento del PC. Il sottoscritto non si ritiene responsabile per eventuali danni provocati al sistema dovuti all’incorretto utilizzo delle informazioni presenti in questo articolo e/o per eventuali incompetenze del generico utente.

Annunci

Written by Peppe Pace

mercoledì 21 novembre 2007 at 12:25

Pubblicato su Guida, Segnalazioni

Percorsi UNC e Visual Studio 2005

leave a comment »

Scenario
Sviluppo di un’applicazione web con Visual Studio 2005, la directory con la soluzione è contenuta all’interno di unità di rete o è semplicemente condivisa su un altro computer.

Problema
Avete appena aggiunto il riferimento ad una libreria che vi risolverà tutti i vostri problemi ma compilando la soluzione viene sollevata la seguente eccezione relativa alla sicurezza e più precisamente relativa a: System.Web.AspNetHostingPermission.

Causa
La libreria utilizzata si trova su un computer remoto quindi l’IDE nel compilare la soluzione, a causa delle limitazioni previste per il codice condiviso in rete, solleva l’eccezione anche se poi il tutto funziona accedendo all’applicazione sul web.

Soluzione
Non potete prescindere dall’uso della libreria? Dovrete configurare .NET in modo tale da dare i permessi di FullTrust al percorso UNC. Ecco come fare:

  1. Accedere al pannello di configurazione del Framework: Start-> Pannello di controllo-> Strumenti di amministrazione -> Microsoft .NET Framework 2.0 Configuration
  2. Seguire il seguente percorso: Console Root -> Microsoft .NET Framework 2.0 Configuration -> My Computer -> Runtime Security Policy -> Machine -> Code Groups -> All Code
  3. Cliccare con il destro sulla voce All Code e selezionare New…
  4. Lasciare selezionata la voce Create a new code group, riempire la casella Name con un nome identificativo e cliccare su Next
  5. Nel combobox selezionare URL, nell’omonima casella indicare il percorso UNC della directory della soluzione nel seguente formato: file://\\[nomecomputer]\[percorsodirectorysoluzione]\* e cliccare su Next
  6. Selezionare la voce Use exisiting permission set, nella combobox scegliere FullTrust, cliccare su Next e infine su Finish
  7. Riavviare Visual Studio

Fatto tutto ciò, rieseguendo la compilazione non dovrebbero più venire sollevate eccezioni.

Written by Peppe Pace

venerdì 19 ottobre 2007 at 13:04

Pubblicato su .NET, Guida, Sviluppo

Utilizzare SqlRoleProvider, SqlMembershipProvider e SqlProfileProvider su hosting Aruba

with 107 comments

Supponiamo che avete realizzato un’efficientissima e bellissima webapp che utilizza i sopraelencati provider e che adesso vogliate pubblicarla sullo spazio che avete acquistato presso Aruba. Effettuate l’FTP dei file, caricate il database sul server Ms SQL di Aruba, fate le necessarie modifiche al web.config e provate a visualizzare il sito. Risultato? Un errore mai visto prima appare sul vostro schermo:


Could not find stored procedure ‘dbo.aspnet_CheckSchemaVersion’. Descrizione: Eccezione non gestita durante l’esecuzione della richiesta Web corrente. Per ulteriori informazioni sull’errore e sul suo punto di origine nel codice, vedere l’analisi dello stack.
Dettagli eccezione: System.Data.SqlClient.SqlException: Could not find stored procedure ‘dbo.aspnet_CheckSchemaVersion’.


Cosa è successo? Nulla di irrecuperabile, ma abbastanza fastidioso. L’implementazione di Microsoft dei tre provider ha, sia nelle classi che nel codice SQL, “embeddato” il riferimento all’utente dbo, che sicuramente non è l’utente che Aruba vi ha fornito per accedere al loro server MS SQL. Come ovviare alla cosa allora? Basta seguire alcuni semplici passi:

  • Scaricate da qui i sorgenti dei tre provider
  • Rimuovete dai sorgenti tutti i riferimenti all’utente dbo con il semplice ma efficace Trova&Sostituisci
  • Compilate i sorgenti così da avere a disposizione un nuovo assembly ovvero ProviderToolkitSampleProviders.dll
  • Copiate l’assembly nella directory Bin della vostra webapp
  • Nel web.config nella riga corrispondente alla definizione di ognuno dei tre provider sostituite il contenuto dell’attributo type con il seguente : “Microsoft.Samples.<Nome_della_classe_del_provider>, ProviderToolkitSampleProviders”
  • Esportate gli script di viste e stored procedure, dal vostro db in locale, relative ai tre provider e rimuovete anche in questi script ogni riferimento all’utente dbo.
  • Sostituite con questi nuovi script le viste e le stored procedure presenti sull’hosting di Aruba
  • Non dimenticate di copiare i record contenuti nella tabella aspnet_SchemaVersions dal vostro db a quello su Aruba

Fatto tutto ciò potrete godervi la vostra applicazione web.

Written by Peppe Pace

lunedì 5 marzo 2007 at 21:18

Pubblicato su .NET, Guida, Sviluppo